Presentazione

Bussola Del gusto histoire

La Bussola del Gusto guida l’amante del cibo che è alla ricerca del buon gusto.

I prodotti selezionati sono stati trovati nel loro posto di origine, principalmente in Italia.

La Bussola del Gusto condivide la sua scoperta dei territori ed il suo incontro con dei produttori appassionati. Si propone di trasmettere il loro senso del gusto attraverso dei prodotti che sono eccellenti nel loro essere o si esaltano associati ad altri.

La Bussola del Gusto è un invito rivolto a tutti coloro che sono alla ricerca di un’esperienza gustativa autentica e memorabile.

La Bussola del Gusto è un luogo reale e immaginario.

La Bussola del Gusto è un luogo reale e immaginario.

Immaginario, perché è frutto di una selezione unica. La Bussola del Gusto propone i migliori prodotti di produttori incontrati durante i suoi viaggi in Italia e dintorni. Instancabilmente, parte alla scoperta di nuovi territori e arricchisce la sua proposta.

Reale, perché il suo negozio online è il punto di incontro di tutti gli amanti del buono, del bello e di ciò che fa bene. Buongustai, assaggiatori, conoscitori, intenditori, ristoratori, produttori, curiosi, golosi…tutti si ritrovano qui per il gusto. A breve, la boutique « La Bussola del Gusto » aprirà le sue porte nel 6e arrondissement di Parigi.

La storia del progetto.

Laura, donna d’affari Italiana, residente a Parigi, è sempre stata in giro per il mondo. Durante i suoi numerosi viaggi ha sempre incontrato persone interessate alla sua cultura e alla cucina Italiana. Torna spesso negli stessi posti, le sue valige piene di prodotti. Fa gustare degli assaggi della sua Italia ai quattro angoli del mondo.

Quando lei si è trasferita a Parigi, è stata la stessa cosa. In Francia, si mangia parecchio Italiano ma i suoi amici continuano a chiederle « ma è veramente Italiano questo ? », « tu conosci questa marca? », « stasera ceniamo da me, non è che cucineresti tu una pasta? »…

D’origine milanese, Laura è cresciuta in città con insegnamenti della campagna. La sua famiglia ha vissuto la guerra e le privazioni, e ha sempre parlato di « nutrirsi con poco », « la gioia di mangiare bene », o « il sapore del momento ». Da piccola, suo padre le compra delle fragole a Natale e d’estate le insegna « ad ascoltare le angurie » per capire se sono mature.

Sua nonna le scriveva su un quaderno delle ricette di cucina e di rimedi naturali con le erbe.

livre-de-recette-grand-mere-1.jpglivre-de-recette-grand-mere-2.jpglivre-de-recette-grand-mere.jpgbussola-nonna-papera.jpg

A 9 anni, le regalano « Il manuale di Nonna Papera », libro di ricette illustrato con i personaggi di Walt Disney. Diventerà da quel momento il suo libro prediletto. La sua torta di mele preferita viene da là ed oggi è sua figlia che cucina ancora « con quel manuale ».

I viaggi l’hanno formata ma la sua curiosità si rinforza senza tregua grazie alle sue radici. Quando aderisce al movimento Slow Food, si ricorda che in Italia la famiglia si riunisce attorno alla tavola imbandita. È la filosofia della maggior parte degli Italiani ed un grande valore trasmesso dalla sua infanzia. Oggi, è lei che desidera trasmettere la sua cultura e la sua esperienza del gusto.